Associazione Sanatan Dharma Babaji

I falsi leader 28.07.1979

I falsi leader 28.07.1979

Set 21, 2015

 

11695833_864960570258759_3698821913633591758_n

Sommario di un discorso di Shrī Babaji, Hairākhan 28 luglio 1979*

Shrī Hairākhan Babaji, in un suo discorso del luglio 1979, disse che il cambiamento sarebbe stato radicale ed avrebbe colpito tutto il mondo da una parte all’altra come una “falce” senza lasciare fuori alcun paese sia esso grande o piccolo. Disse che tutto il mondo soffriva, senza distinzioni tra ricchi e poveri, che tutti gli esseri umani erano pieni di sofferenza, di dolore ed infelicità. Disse anche che una delle maggiori cause di questo stato di sofferenza erano i politici e i leader di tutto il mondo che anziché pensare al bene del popolo che avrebbero dovuto proteggere ed accudire, pensavano solo ai loro interessi personali, spiegò che sarebbero stati sempre più corrotti e sottolineò come questo era il motivo principale per cui nelle società ci sarebbe stata sempre più insicurezza, per se stessi, per coloro che ci stanno intorno e per qualsiasi tipo di proprietà. Disse che questi falsi leader stavano conducendo in errore le persone e che seguirli avrebbe condotto nella direzione sbagliata. Disse che le influenze demoniache stavano condizionando il comportamento dell’essere umano e che in futuro nuovi leader spirituali addestrati correttamente per ristabilire l’ordine e la pace avrebbero sostituito quelli attuali. Disse che gli uomini si sarebbero divorati gli uni con gli altri, che questa situazione sarebbe peggiorata, profetizzando che la distruzione (da intendere non solo, esclusivamente, terrena ma come il superamento di vecchi schemi, idee o paradigmi) in molti paesi sarebbe stata forte, prima questa distruzione avrebbe raggiunto lo zenith, poi avrebbe seguito una quiete rigenerante e solo successivamente la pace interiore. Rimarcò l’importanza di pregare con fede e concentrazione totali, che la preghiera, quella vera, fatta con reale abbandono in Dio e con il cuore, sarebbe stata l’unica ancora di salvezza. Disse di non pensare né alla vita e né alla morte, di dimenticare il tempo e di concentrarsi con tutto se stessi in Dio e nella preghiera. Rimarcò la potenza del mantra Om Namah Shivay, ricordando ancora come fosse importante in questi tempi recitarlo o cantarlo e che se questo fosse stato fatto correttamente, nessuna influenza negativa avrebbe potuto avvicinarsi al vero devoto di Dio.

*Shrī Hairākhan Babaji Mahāvatār ha dato i suoi insegnamenti dal 1970 al 1984 ad Hairākhan, Uttarakhand, India

Tratto dal libro “L’amore e la fine dei tempi” di Giuseppe Montalbano (Jāriyama), (capitolo 2, ottava sezione), acquistabile in formato elettronico su Amazon Kindle Store, Google Play Book Store, Apple iBook Store, Streetlib Store, Bookrepublic Store.

© 2015 Giuseppe Montalbano. Tutti i diritti sono riservati

Leave a Reply

CATEGORIE

English EN French FR German DE Italian IT Spanish ES